Monday, August 8, 2005

Oi Oi Oi Budapest Oi Oi Oi

Dico cazzate, lo so.
Nemmanco ventiquattrore ed eccomi qui. Digito da una marveilleuse magione ungherese appartenente allo zio magyaro di un amico di un mio amico ucraino (e avanti cosi` fino alla quarta generazione).
Lo zio in questione e` il perfetto prototipo della casalinga meridionale fattosi uomo e spostatosi ad est.
Dal mio arrivo non ha fatto altro che rassettare, pulire, lucidare, comporre vasi di fiori e via dicendo.
Sono entrata nel cesso (qui la separazione delle funzioni ablutorie e` netta - belletti in una stanza, scoregge nell`altra) e vi ho trovato un avvenente tappetino con delfini che saltano felici per non parlare delle essenze alla lavanda e delle saponette al sapor di mirtilli.
O lo zio in questione vuole vincere il premio massaia 2005 o le sue attitudini sessuali nella vita sono tutt`altro che straight. Non che la cosa mi turbi. Il suo dubbio gusto da Asta del Mobile un po` di piu`...

Sono partita esattamente 8 ore fa da Torino e ho di fronte ancora 4 ore di macchina e non so che altro.
Con un`ora e venti di sonno alle spalle non credo sopravvivero` ancora a lungo prima di picchiare in terra e svenire.
Ho raggiunto Orio al Serio per miracolo divino facendo l`ultimo tratto (quello agibile) della Torino Milano ai 140 sparati con mia madre che si aggrappava alla maniglia della portiera mugolando un <> ogni volta che qualcuno si immetteva sulla corsia a sinistra.
Dal nervoso mi sono mangiata il lavoro del mio dentista.

Anyway sono sana e satolla nella repubblica magyara.
Ora mi auguro che i lor signori si decidano ad indirizzarsi verso la mia amata ucraina di modo che io possa finalmente stendermi su un letto e morire felice.

Posso ritenermi soddisfatta dall`aver appena compilato uno dei post piu` penosi degli ultimi sei mesi.
Che il vostro sporco dio cattolico vi benedica.

2 comments:

Anonymous said...

quella to-mi, che un tempo era così minimale da poter scrutare-guidando comodamente LaStampa senza tamponare niuno..e che ora appare come un colabrodo o ad esser ottimisti un grandeflipperilluminato ....e tu ci sei corsa sopra con coraggio....complimenti ed un bacio insieme ad un "felici vacanze"...

new frame said...

gia' arrivata? Caspiterina, non so se sei piu' pericolosa tu in macchina o io a piedi - e mi inciampo spessissimo.
Per atto di altruismo ho pensato bene di non prendere la patente.

A me la lavanda fa un po' starnutire, pero' copre bene l'ollezzo delle scoregge.

Oh ma ti rendi conto che sei in vacanza? Scrivi, scrivi che qui ci piace leggerti e pensarti davanti a sconosciute tastiere. Mica comodamente seduta col gatto in grembo a pestare su tasti che ormai sono piu' che ergonomicamente personalizzati, ad immagine e somiglianza dei tuoi polpastrelli.

Ma mi chiedevo, visto che farai foto, le appiccichi qui sul blog man mano che le fai vero? Non ci farai mica aspettare fino al tuo rientro.. e no eh!?